Home

Quella sera a Otranto si ghiacciava. Fosse stato per me, sarei tornata a casa prima, molto prima, eppure sapevo che dovevo avere pazienza. Del resto, cosa mi costava aspettare ancora un po’? Nulla.

Quando non posso andarmene da dove sono, mi fermo, respiro e mi metto in modalità stand by. No, no, non è come pensi. Stand by non significa premere il tasto off, in realtà è solo una parte del cervello quella che metto nel congelatore e, a dirla tutta, spesso è la parte che detesto di più.

La troppa libertà mi manda in confusione, troppi pensieri, troppe possibilità, troppe strade che mi si aprono davanti.

Quando, invece, qualcosa mi frena, mi ferma, m’incatena… ecco, in quei momenti una parte del mio cervello, che troppo spesso latita, fa capolino e scatta dentro di me un meccanismo curioso che mi strappa alle insidiose trappole della finta realtà che vivo – viviamo? – inconsciamente ogni giorno.

Sei mai stato costretto in un letto? Il primo istinto è quello di dimenarsi: ti arrabbi, scalpiti, ti affanni, te la prendi con Dio e con il mondo. Risultato? Sprechi una quantità indecente di energia per niente. Niente.

Quando non c’è modo di uscire da una situazione, qualsiasi essa sia – non deve trattarsi per forza di una circostanza grave, può essere anche solo un momento difficile, un empasse passeggera – non rimane altro da fare che andare a caccia di qualcosa di buono. C’è sempre quel qualcosa di buono. Anche perchè di terribile ci sono solo due cose: la morte e una malattia drammaticamente grave, il resto passa. Sempre.

In questi momenti mi sento come il piccione della foto che ho scattato all’alba quella mattina quando sono rientrata da Otranto : ferma e non ferma al contempo, nel vuoto.

A metà tra il sogno e la realtà, a distanza debita dalla bidimensionalità della vita quotidiana e dalla multidimensionalità dei deliri mentali che mi attanagliano troppo spesso con violenza incontrollata.

Lo stallo. In questa condizione tutto mi appare chiaro e limpido.

Un sorriso,

m.

4 thoughts on “Tramontana

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...