Home

Gli abbracci spezzati… il titolo mi ha attrato fin dal primo istante, eppure il nuovo film di Almodovar ancora non l’ho visto. I suoi film mi piacciono molto… Tutto su mia madre mi entra sotto la pelle, Donne sull’orlo di una crisi di nervi è un capolavoro di stile e colori, la Mala educaciòn racconta l’ipocrisia e l’arrivismo che permeano il nostro mondo.

Gli abbracci spezzati… per essersi potuti spezzare questi abbracci devono un giorno essere stati reali.

Quindi non possono farne parte gli abbracci che avremmo voluto dare o ricevere, ma che mai abbiamo dato o ricevuto. Ci sono persone che amano teneramente e  profondamente ma che non hanno il coraggio di dimostralo apertamente (penso a mio padre che vorrebbe ma non riesce e nei suoi occhi vedo il dolore che questo impedimento gli infligge). Ci sono esseri umani che amano con passione e desiderio una donna o un uomo per tutta la vita e non trovano il coraggio di confessare il loro amore. Ci sono esseri umani che amano un Dio che un corpo da abbracciare nemmeno ce l’ha.

Questi abbracci mai nati non potranno mai essere spezzati.

Gli abbracci spezzati sono abbracci che si sono consumati… abbracci che hanno placato un’anima, addolcito un cuore, rafforzato uno spirito oppure infuocato un ventre.

Abbracci vissuti, cercati, ricambiati, inflitti o subìti. Abbracci reali o creduti tali. Abbracci lunghi una vita oppure consumati in un istante.

Una corda quando si spezza crea due pezzi di corda distinti; un vetro, invece, produce mille frammenti… ma quali sono le conseguenze di un abbraccio spezzato?

Un sorriso,

m.

2 thoughts on “Gli abbracci spezzati

  1. ogni tanto con il cinema mi accade una cosa strana.. come per la letteratura.. ci sono film e libri che non riesco a guardare o leggere quando escono nelle sale o approdano tra gli scaffali delle libreria.. è come se dovessero sedimentarsi nel mondo prima che io possa goderne.. misteri della mente.. il tuo commento accende la mia curiosità.. grazie. un sorriso, m.

  2. il film è il più maturo di quelli di Aldomovar. Sembra essere l’unico regista a saper davvero valorizzare Penelope Cruz, stupenda. Una storia di cinema sul cinema con amore e gelosia, riscatto e ricordi: bello.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...